Modalità di Versamento della Cedolare Secca sugli Affitti

Scritto da: -

Ieri abbiamo visto le indicazioni di massima che riguardano la Cedolare Secca sugli Affitti, oggi vediamone le modalità di versamento

Immagine di anteprima per ANCE-Testata.jpg

Ieri abbiamo visto come funziona, in linea di massima, la Cedolare Secca sugli Affitti, l’imposta sostitutiva sugli affitti che fissa due tassazioni “fisse” ai redditi da locazione degli immobili.

Oggi vediamo le modalità di versamento dell’imposta, per chi abbia scelto di applicarla.

Per il versamento dell’imposta, sarà in vigore lo stesso termine che già esiste per il versamento dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, quindi con acconti entro il 16 giugno e 30 novembre e saldo entro il 16 giugno dell’anno successivo.

Vista la novità dell’imposta sostitutiva, per il 2011 è previsto che l’acconto sia pari all’85% dell’imposta dovuta, mentre dal 2012 l’acconto dovrà essere pari al 95%, ed il versamento dovrà essere effettuato tramite modello F24.

Le modalità di versamento sono differenti a seconda che l’importo dovuto sia inferiore a 257,52 Euro o superiore.

Nel primo caso, il versamento dell’acconto sarà in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, mentre nel secondo caso il versamento dell’acconto sarà in due rate, la prima pari al 40% dell’acconto (34% dell’imposta dovuta per il 2011, 38% per gli anni successivi), da versare entro il 16 giugno, la seconda pari al 60% dell’acconto (51% dell’imposta dovuta per il 2011, 57% per gli anni successivi), da versare entro il 30 novembre.

Da notare che l’acconto non è dovuto se l’importo su cui si calcola l’acconto è inferiore a 51,56 Euro.

Per quello che riguarda le sanzioni in vigore con la Cedolare Secca sugli affitti, rimandiamo alla guida pratica ANCE, disponibile gratuitamente a questo indirizzo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.